L.R. 13/2020. FINANZIAMENTO A FONDO PERDUTO FINO AL 40% A SOSTEGNO DEL LAVORO AGILE O SMART WORKING.

DESCRIZIONE DEL BANDO 

La Misura intende sostenere, sviluppare e potenziare il lavoro agile o smartworking mediante il riconoscimento di contributi a fondo perduto finalizzati al welfare aziendale.

Soggetti beneficiari

Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) aventi una sede operativa in Piemonte.

Possono pertanto presentare domanda e ricevere l’agevolazione le imprese che hanno le caratteristiche evidenziate nel Bando, ad eccezione delle imprese che presentano progetti inerenti ad attività:

 

1. nel settore della pesca e dell’acquacoltura;

2. nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli;

3. per attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri e/o direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse con l’attività di esportazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili a contributo i seguenti interventi:

 

– realizzazione di investimenti per l’acquisto di hardware e software e/o personalizzazione di applicazioni e integrazione con altri sistemi informativi aziendali, attivazione o adeguamento di impianti tecnici e dei locali necessari per l’esercizio dell’attività in smart working;

– costi esterni di formazione professionale e manageriale per i dipendenti, gli amministratori e soci; i corsi devono essere strettamente funzionali all’esercizio dell’attività in smart working e devono essere forniti da operatori accreditati per l’erogazione di attività di formazione professionale dalla Direzione regionale competente.

 

I costi ammissibili sono:

 

– spese per acquisto di notebook, tablet e altri device purché finalizzati al lavoro a distanza; spese per l’acquisto di tecnologie e servizi; spese per acquisto e installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup / ripristino dei dati Sicurezza di rete; spese per software per servizi all’utenza (es. siti web, app, integrazioni con provider, servizi di pagamento, piattaforme di e-commerce e sistemi di delivery, ecc.), spese per acquisto di strumentazione e servizi per la connettività (es. smartphone, modem e router Wi-Fi, switch, antenne, etc.)

– spese per acquisto di servizi di formazione professionale e manageriale.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di 1.000.000,00 euro.

Contributo a fondo perduto per un massimo del 40% del costo dell’intervento che quindi dovrà essere cofinanziato da parte del soggetto beneficiario per una quota pari al 60%. L’importo del contributo pubblico non potrà comunque essere superiore a 40.000 euro

SEI UN IMPRENDITORE O UN COMMERCIALISTA?

Ottieni un Report gratuito e personalizzato sul tuo progetto di Ricerca & Sviluppo